giovedì 28 aprile 2011

Maino Campionissimo 1931

L'amico Mario di Bicidepoca.com ci invia le foto di questo meraviglioso esemplare di Maino Campionissimo del 1931. Un'esemplare dalla conservazione tanto incredibile che commuove !Tutta completa e originale. Tutto è marcato Maino dalla sella ai pedali a sega.
La bici, dotata di mozzo giro ruota, è stata in seguito accessoriata di un particolarissimo cambio artigianale che riprende il funzionamento del più celebre Vittoria Margerita.
La componentistica è di alta gamma, largo uso di materiali leggeri come il duralluminio ed il legno, in particolare in alluminio sono realizzati i mozzi, il manubrio, il gruppo freni, i galletti ed i parafanghi in due pezzi.
E' interessante notare che i freni in alluminio riportano la data 1933, la Campionissimo era dotata di freni in ferro Bowden mod.Asso, è assai probabile che questa bicicletta abbia subito un aggiornamento delle componenti in seguito, man mano che la tecnologia evolveva. Questo fattore unito ad altri aspetti riscontrati analizzando la bici mi fanno supporre che potrebbe trattarsi di una bici del reparto corse. Tra gli aspetti inusuali riscontrati su questa Campionissimo spicca in primo luogo il doppio alleggerimento eseguito sul disco che unisce la pedivella alla corona, analizzando più attentamente la bici ho riscontrato una forte differenza tra i forcellini di questo esemplare e i forcellini del classico modello Campionissimo degli anni 30, in questo caso i forcellini risultano essere più raffinati e dallo spessore maggiore.
Oltre a queste particolarità anche il largo uso di materiali nobili ed i successivi aggiornamenti della componentistica anche dopo poco tempo (es: i freni sostituiti dopo solo 2 anni), fanno supporre che la bici sia un pò "speciale" !

2 commenti:

io ha detto...

scusate è possibile sapere se sulla pipa manubrio è riportata qualche scritta?

P.De Sade ha detto...

@Io
c'è scritto Maino.