giovedì 23 settembre 2010

REGISTRO MARCHI LOCALI

In Italia non vi era paese o città che non disponesse di una fitta rete di botteghe, negozi, artigiani, industrie e piccole aziende dedite alla produzione o all'assemblaggio di biciclette, la cui produzione, spesso, era talmente esigua che al giorno d'oggi le informazioni a riguardo sono pressochè nulle.
Molti ci hanno richiesto la possibilità di creare una sorta di registro per catalogare tutte le realtà ciclistiche locali del territorio nazionale.
Chiunque avesse informazioni o fosse a conoscenza di aneddoti o vicende riguardo ad un marchio storico del vostro paese, può contribuire alla creazione di questo registro che potrà essere consultato in ogni momento da tutti gli utenti in cerca di informazioni riguardo ad un determinato marchio.
Per contribuire basta lasciare un commento nella sezione "Commenti" di questo articolo, indicando in MAIUSCOLO il nome del marchio e la città di origine, di modo che siano facilmente individuabili nella ricerca fra i commenti, inoltre a seguire potrete aggiungere eventuali inforazioni riguardo al marchio.
Vi ricordo che anche solo indicando MARCHIO-CITTA' sarete di grande aiuto allo sviluppo del registro.

INVITO TUTTI GLI AD UTILIZZARE QUESTO REGISTRO SOLO PER LASCIARE NEI COMMENTI INFORMAZIONI RIGUARDO  A MARCHI LOCALI o SCONOSCIUTI. NON UTILIZZATE I COMMENTI PER FARE DOMANDE e CHIEDERE INFORMAZIONI.

DATO IL RISCHIO DI INTASARE I COMMENTI e RENDERE CONFUSIONARIA LA CONSULTAZIONE DELLO STESSO, OGNI COMMENTO NON VALIDO VERRA' CANCELLATO.

177 commenti:

P. De Sade ha detto...

LASCIATE QUI, FRA I COMMENTI, LE VOSTRE INFORMAZIONI RIGUARDO AI MARCHI DEL VOSTRO PAESE...

P. De Sade ha detto...

FIORELLI - NOVI LIGURE
Nasce nel 1932 in via Ugo Foscolo grazie ai fratelli Rinaldo, Mario e Lino Fiorelli.
Inizialmente la Fiorelli costruiva solo telai da corsa, ma presto passò alle bici complete sia da corsa che da viaggio.
La squadra corse Fiorelli ingaggiò campioni come Ferdy Kubler, Jean Robic e Ugo Koblet.
Le bici Fiorelli equipaggiarono diverse squadre, la più celebre fù la "Carpano-Coppi".
Il 30% della produzione Fiorelli era destinato al mercato estero e in tutti gli Stati dellAmerica. Da 1957 in collaborazione con Fausto Coppi crearono la linea di biciclette Coppi-Fiorelli. Il marchio fù rilevato dai Fratelli Masciaghi negli anni 80.

P. De Sade ha detto...

CICLI SANTAMARIA - NOVI LIGURE
Nasce nei primi anni 30 dai fratelli Giuseppe (detto Pierino) e Mario Santamaria, nel 1946 rinnovano la fabrica ubicandola in via Edilio Raggio.
Nel 1947 le prime maglie gialle con la scritta Santamaria e bici omonime si fanno notare in campo agonistico.
Nel 1949 la Santamaria si unisce a Gino Bartali, che nel frattempo aveva lasciato la Legnano, e nasce la premiata ditta Bartali-Santamaria.
In squadra, oltre a Bartali ci sono Corrieri e Kubler. Gino rimarrà molto legato ai fratelli Santamaria, fino al 1954 quando Bartali, a 40 anni, chiude la carriera.
La Santamaria rimase in attività fino al 1965, poi si è data ai ciclomotori. Nel 1939 anche Fausto Coppi corse con la Santamaria.

P. De Sade ha detto...

M.FOSSATI - NOVI LIGURE
Mauro Fossati nasce nel 1933 e sarà grande meccanico della mitica società SIOF (fucina di talenti purissimi del ciclismo), di Coppi e della Carpano. Nella sua bottega vendeva biciclette Frejus e assemblava su base Maino bici marcate Fossati.

P. De Sade ha detto...

CICLI BLARESIN - POZZOLO FORMIGARO
Originario del veneto, Blaresin aveva la sua bottega nel borgo di Pozzolo F.ro, a 3km da Novi Ligure, rivenditore e assemblatore su base Maino e Amerio.

P. De Sade ha detto...

AMERIO - FELIZZANO (AL)
Piccola grande realtà alessandrina, in attività fin dagli anni 20, produceva elaborate bici di pregio sia da corsa che da passeggio per il mercato nazionale. Le bici Amerio di lusso si riconoscono dalla testa della forcella che prosegue a punta lungo gli steli della forcella. La linea più economica era venduta limitatamente sul territorio locale e spesso era assemblata su base Maino.

P. De Sade ha detto...

GIRARDENGO - ALESSANDRIA
Costante Girardengo intorno agli anni quaranta avviò ad Alessandria la sua fabbrica di biciclette assieme con i figli Luciano ed Ettore.
A metà degli anni sessanta la Girardengo trasferì la sua attività all'interno del carcere di Alessandria, prendendo il posto della Maino continuando così a dare lavoro ai detenuti.
Dopo la scomparsa di Costante, i figli lasciarono l'attività, ma il marchio Girardengo esiste ancora oggi.
Con alcuni mutamenti al vertice dell'azienda la Girardengo si è infatti stabilita nella vicina Frugarolo su un'area di oltre 20.000mq ed ha allestito anche una buona squadra di dilettanti.

Stefano 89 ha detto...

NILUX - VIGEVANO
Fondata da tal "Nidasio" realizzava cicli di buona fattura, molto belle le sportive.

BRAMANTE - VIGEVANO
Molto rinomate da queste parti... di più non so! Ha sullo stemma la torre del Bramante di Vigevano.

Anonimo ha detto...

PORTA- NICHELINO- TO negozio gestito da due fratelli , attivo sino agli anni 80, rinomati i loro cicli corsa

franck

Anonimo ha detto...

Ecco un elenco di 390 marche di bici da corsa italiane: http://italiaanseracefietsen.wordpress.com/merkenlijst/

Anonimo ha detto...

BISSONI - RIMINI
Il meccanico subentrato non mi ha saputo dire niente di importante. Sto curando una bicicletta che ha ancora la borsina dei ferri con l'indirizzo originale.
mad max

Anonimo ha detto...

PAGANI - RIMINI
non ho notizie

Anonimo ha detto...

CICLI MARINELLA - SAN MARINO
nessuna notizia
mad max

arrigo ha detto...

MOSER CICLI dal 1933 di Ermanno Moser tuttora gestito dal figlio- è negozio rivendita bici ,da non confondere con Francesco il campione .
Ermanno era un corridore ai tempi di Girandengo - Guerra ...inizi esordi di Bartali .
mise bottega a Trento- centro in via calepina , penso assemblasse bici , il suo marchio è inconfondibile per via del tridente .
Nel suo sito possiamo trovare la sua storia incredibile,da corridore con foto assieme a Coppi - dedica di Girardengo ...ecc. di quei tempi, basta visitare il sito del negozio : MOSER CICLI .it possiamo trovare foto dell epoca molto interessanti .

Anonimo ha detto...

GITAN - CAORSO (PC)
Fondata da Giuseppe Tansini (da qui il nome GI-TAN)a Caorso, un comune della provincia di Piacenza.
L'attività iniziò nel 1940 e fu interrotta dal 1943 al 1945 ( gli occupanti tedeschi svuotarono i magazzini). Riprese l' attività nel dopoguerra, con la produzione sia di biciclette da turismo che da corsa. Il corridore Attilio Pavesi di Caorso utilizzò le biciclette da corsa prodotte nel suo paese.
Attualmente l'azienda esiste ancora e commercializza biciclette da turismo con il marchio GITAN.
L'attuale proprietario è il genero del fondatore.

Bruno Solari

P.De Sade ha detto...

LAROSA - AFFORI (MI)

Piccola bottega artigianale nata sui fine anni 20 ad Affori un quartiere di Milano. Era molto conosciuta nella zona, anche perchè il negozio era aperto fino a pochi anni fà. Era rivenditore ed assemblava bici da corsa e da passeggio molto raffinate

PROVINI - MILANO
Fondata nel 1923 da Giuseppe Provini, con sede in Corso Buenos Aires 13, inizialmente produsse esclusivamente biciclette e accessori, in seguito aprì un punto vendita in Via Vitruvio e inizò a vendere anche bici di altri marchi oltre ad essere un importante distributore di accessori e ricambistica. Continuò la produzione di biciclette marcate Provini fino agli anni 70, dopodichè convertirono la bottega in rivendita di accessori per moto (tutt'ora in attività).

P.De Sade ha detto...

BARTALI - NOVI LIGURE - CELLE LIGURE
Le Bartali furono inizialmente prodotte nelle officine dei F.lli Santamaria di Novi Ligure (Vedi sopra il 3 commento a riguardo).
Successivamente, attorno agli anni 60, il marchio venne prodotto dalla ditta Santa Margherita, in liguria, mi pare a Celle Ligure. Queste ultime biciclette Bartali erano più spartane e meno raffinate e utilizzavano soprattutto telai della Cesare Rizzato.

bigin1961 ha detto...

CICLO AGUZZI PAVIA
Le loro bici da corsa,giudicate di buona fattura, furono adottate dalla squadra dilettantistica del"PEDALE PAVESE" fino agli anni 70/80.

Cesare66 ha detto...

GRANATA - LODI
Nasce a Lodi nei primissimi anni del 1900 e da giovanissimo inizia la gavetta alla Bianchi, dove resta 9 anni ed apprende i trucchi del mestiere. Da appassionato qual’era, apre una bottega a Lodi, all’ombra del Tempio dell’Incoronata dove produce biciclette raffinate per tutta la città sino agli anni 60.
Ho potuto vedere esempi dei suoi mezzi, degli inizi degli anni ’30, costruiti con una cura, che l’allora industria ciclistica più importante non si poteva permettere.
Le parti meccaniche venivano prodotte da i maggiori costruttori (FB per mozzi e guarniture, Regina per le ruote libere e le catene, D’Alessandro per i cerchi in legno, Aquila per le selle e le coperture, ) rigorosamente tutto marchiato Granata in corsivo.
I telai venivano prodotti in proprio nella fucina di via Solferino ed avevano fattezze simili alla Bianchi (serie sterzo integrata) anche con eleganti filettature bicolore e puntali molto belli in stile liberty.
Cresce nella sua bottega, una generazione di meccanici ciclisti che successivamente aprirà attività in proprio nei vari rioni della città, pur continuando ad approvvigionarsi parzialmente da “Zelindu”.
Questo fu l’inizio della fine per Granata. Sentendosi “tradito” dai suoi allievi, chiuse la bottega, e spostò tutto il materiale in un enorme magazzino nei pressi della chiesa della Maddalena. Mise il suo letto su un soppalco all’interno del deposito e fece la guardia sino alla morte , avvenuta ad altre 90 anni, circa nel 1992.
Chi ha potuto vedere, solo pochissimi e fidati amici, racconta di centinaia di telai grezzi, forcelle, parafanghi, carter, mozzi, stemmi, manubri, cerchi ecc. perfettamente incartati e riposti in centinaia di casse di legno.
Purtroppo in pochissimo tempo dopo la sua morte tutto è andato disperso. Solo di tanto in tanto nei mercatini mi capita di vedere qualche traccia di un passato glorioso che non tornerà.

Cesare66 ha detto...

LEONI - LODI

arrigo ha detto...

-BAZZANELLA Trento -
-TETTAMAZZI Rovereto prov. Trento-
negozio tuttora in vita .
-TAMBOSI Trento-(con nome pedalando ) tuttora negozio ,rivenditore bianchi ed organizzatore di ALPINA( con vendita di qualche bici depoca )
tutti una volta assemblavano bici ,tante da passeggio .

P. De Sade ha detto...

CICLI PAVESE - NOVI LIGURE
Negozio e assemblatore di bici su telai Rizzato, aveva il negozio (attivo fino agli anni 90) in via Verdi. Rivenditore Fiorelli e Coppi
CICLI TALLONE - NOVI L.
Negozio rivenditore di marchi Bianchi e Lygie
CICLI VERDE - FRESONARA
il suo fondatore, Romolo Verde di Fresonara, smise le competizioni ciclistiche con la Maino negli anni 20\30, amico
del grande Costante, si mise a costruire con successo bici a Fresonara in via Marconi. L’azienda chiuse negli anni 60 ad opera del figlio tuttora vivente Renzo.
Romolo era molto amico di Maino ed Amerio di Felizzano che ne fornivano le componenti per realizzare molte delle bici, da qui le somiglianze tecnico-stilistiche con le marche piu’ blasonate.
CICLI SARDI - NOVI LIGURE
finita la carriera di corridore negli anni 20/30 Sardi, aprì una piccola bottega a Novi, assembalava biciclette economiche, non ebbe mai molto successo.

P. De Sade ha detto...

PELOSO - ALESSANDRIA
rivenditore ed assemblatore, si specializzò negli anni 60 come telaista di bici da corsa di gran pregio tanto da essere conosciuto perfino in america.
MEAZZO - ALESSANDRIA
Negozio/bottega già negli anni 30 ad opera di Vitalio Meazzo, il figlio Giovanni intraprese la carriera di professionistica, interrotta quasi subito per infortunio e si dedicò alla costruzione di cicli da passeggio e da corsa con ottimo successo. Oggi Giovanni Meazzo è un rinomato collezionista di cicli d'epoca.
AURO - FELIZZANO
Sottomarca della Amerio

P. De Sade ha detto...

IDEAL - FELIZZANO
Sottomarca Amerio

CAIO TV ha detto...

ho una bicicletta APRILIA LUX con stampigliato sul mozzo dello sterzo l'anno 1946
nata a noale dalle origini dell'attuale APRILIA MOTO
SE NE SAPETA QUALCOSA FATEMI SAPERE
P.CAIO@LIBERO.IT

Anonimo ha detto...

FOCM Fabbrica Imola
non so nulla ma appena faccio la foto dell'etichetta la mando.
mad max

Anonimo ha detto...

ALFREDO SUZZI - IMOLA
Uno dei più celebri artigiani emiliani.
La sua bottega è attiva dai primi anni '20 fino alla fine degli anni '80.
Suzzi aveva la sua bottega a Imola, ma era anche rivenditore a Bologna, in via Fossato 21.
Nel corso degli anni nella sua bottega sono state assemblate diverse biciclette, da corsa e da passeggio.
Il suo logo era uno scudo azzurro in stile cinquecentesco.
Ciao

bellapedivella ha detto...

l'altro giorno ero fermo al semaforo e mi si affianca un vecchietto con una bella bacchetta grigio chiaro di aspetto elegante, rifinita bene a una prima occhiata, vedo sul carter una scritta mai vista...aguzzo un po gli occhi...cerco di leggere...è difficile...il vecchietto mi guarda negli occhi e dice: scalabrini! è stato fantastico! costruttore (assemblatore?) reggiano attivo fino agli anno 60 di cui si sono perse le tracce se non per un ciclista non più giovane ma attivissimo

Anonimo ha detto...

F.BIANCHI-BORGO PANIGALE (BO)
Probabilmente un artigiano locale, omonimo della famosa marca milanese. Il simbolo reca una pedivella su sfondo azzurro con una targa rossa bordata d'oro con il nome in stampatello bianco. Sopra sta la scritta "cicli" e sotto "Borgo panigale", sempre in bianco.

Matteo

Giulio ha detto...

D. Testi - Bologna
unica informazione questo stemma di testa : https://lh6.googleusercontent.com/-t2u9IQZ8Vyk/TjX2BqEqcGI/AAAAAAAAFys/34LLty0Akpw/s512/310720111207.jpg

Giulio ha detto...

Chisal - Ferrara
Ermanno Salmi. Classe 1932, tiene aperta dal 1956 l’officina meccanica "Chisal", nella centralissima via Ragno di Ferrara.
Foto: https://lh5.googleusercontent.com/-9Pv3bkIdPW8/TAUBLTJOgbI/AAAAAAAAB8E/RPV2RwvwSI0/s640/4591506687_ae86198ceb_b.jpg

silvio ha detto...

NILUX - VIGEVANO
cito Stefano '89: Fondata da tal "Nidasio" realizzava cicli di buona fattura, molto belle le sportive.

Pietro Nidasio, era il fratello di mia nonna. ;)
Da quello che mi raccontavano i nonni, Malabrocca la "maglia nera" ha corso per la sua squadra, tra il 1950 e il 1953.

Corrado ha detto...

Salve! Io ho una TRIONFO (anni '45-'50) passeggio da uomo con freni a bacchetta. Lo stemma riporat un'aquila con tricolore. Qualcuno conosce questa marca? Mi piacerebbe recuperare info ma non sono riuscito a trovare nulla... Grazie a tutti, Corrado

Anonimo ha detto...

Ciao,

la cicli Trionfo era di proprietà di un sostenitore del Partito Fascista del quale ora mi sfugge il nome, si tratta communque di una marca molto vecchia, inizi anni 20. Pensa che le biciclette da corsa di tale marca erano nere...si narra che all' inizio del ventennio tale Casa fornì diverse biciclette alle neo formate squadracce fasciste. Di pregio anche se penso più recenti (periodo bellico) dei tandem interamente di lamiera stampata e scatolata.

Saluti

Lorenzo Monti

Corrado ha detto...

Grazie mille sig. Lorenzo per le interessanti info sulla marca trionfo.
Corrado

Anonimo ha detto...

Sono venuto in possesso di una foto che ha una dedica doppia cioè di Bartali e Coppi, con la seguente
dicitura:
Alla San Pellegrino con Simpatia Gino Bartali e Coppi Fausto.
Non sono troppo esperto di biciclette etc. Qualcuno saprebbe dirmi di cosa si tratta ?
Grazie.
email: moto831@libero.it

P.De Sade ha detto...

La San Pellegrino era la squadra piu attesa della stagione ciclistica 1960, perchè dopo anni di battaglie avrebbe visto riuniti i due grandi rivali Coppi e Bartali nella stessa squadra, con Bartali in qualità di Direttore sportivo e Coppi in veste di capitano al servizio dell'astro nascente del ciclismo Romeo Venturelli. A causa della morte prematura ed improvvisa di Coppi avvenuta alla fine del '59, il sogno di vedere questi 3 grandi nomi sotto lo stesso "tetto" non si potè concretizzare... la San Pellegrino andò avanti comunque con il solo Bartali e Venturelli (che forse anche a causa della mancata guida di Coppi non sbocciò mai completamente)

Anonimo ha detto...

Alla risposta Foto dedica San Pellegrino...
Grazie mille !! Vista la tua gentilezza puoi vederla a:
http://xoomer.virgilio.it/dometara/copbar/

Grazie ancora !!
Ciao!

Anonimo ha detto...

LOVARI ITALO - Borgomanero

saldatore: Pastore Giuseppe

anni 70 / 80

Storica sede in Borgomanero nei pressi della stazione, angolo tra viale marazza e via arona.

Anonimo ha detto...

GODIO SPIRITO (ora FRANCO GIANNI) - Borgomanero (NOVARA)


saldatore: Spirito GODIO

anni 80/90/2000

Storica sede in Borgomanero nei pressi della stazione, angolo tra viale marazza e via arona

Anonimo ha detto...

CICLI RUBI FERRARA
meccanico assemblatore anni50 70

Anonimo ha detto...

Salve..avete informazioni su una bici AB Torino modello ricci?grazie..

Anonimo ha detto...

PECCHIO (SALERANO - IVREA)
Artigiano già meccanico della Nazionale. Bici da corsa costruite su misura, fino ai primi anni 90.

Chi ha altre informazioni?
Ho una sua bici del 1986 riverniciata e cerco decalcomanie.
Grazie

gabriele carlotti ha detto...

CICLI CORALLO - DITTA MELANI PISA non ho per ora altre informazioni

Anonimo ha detto...

Ciao a tutti!
Tempo fa ho acquistato ad un mercatino, una bici Negrini. Qualcuno saprebbe darmi informazioni relativamente a questo marchio?
Grazie

P.De Sade ha detto...

PIETRO NEGRINI - SAVIGNANO SUL PANARO (MO)

Era una piccola ditta artigianale presente già dagli anni 40 per la produzione di biciclette, dall'immediato dopoguerra si concentrò nella produzione economica di motocicli e scooter di tipo assemblato. Fù una scelta fortunata in quanto ebbe un notevole successo industriale, fino ad arrivare all'esportazione dei piccoli motocicli. Anche oggi c'è una nutrita schiera di collezionisti.
C'è un piccolo aneddoto da raccontare: Antonio Negrini (grande gregario di Girardengo) a fine carriera amava farsi vedere per il suo paese natale, Molare, in sella ad una bici o una moto Negrini, dicendo a tutti i compaesani che grazie alla fortune ottenute durante la carriera si era messo in piedi una fabbrica di moto e cicli, ovviamente si trattava solo di omonimia, ma tanti ci credettero !

Anonimo ha detto...

le biciclette con marchio AB Torino sono della ditta Aldo Boeris e figlio società ancora in vita e la trovate a Torino zona Mirafiori Sud

Anonimo ha detto...

CICLI DISCACCIATI-Rovellasca (co)
piccolo negozio condotto da due fratelli, assemblavano bici da corsa e facevano anche da rivenditori di marchi come bianchi/dei/legnano. caratteristici i telai da corsa verniciati arancio.

Anonimo ha detto...

CICLI BERTI Cesena (FC)
non ho notizie:la bici di mia nonna(un'assemblata degli anni '50)
riporta la decalcomania con questo marchio.

bellapedivella ha detto...

elenco parziale incompleto della realtà reggiana, comincio forse con un'ovvietà però:
MARASTONI LICINIO reggio emilia, meravigliose bici da corsa,un mito, inutile continuare.
PECORARI, reggio emilia rinomato per bici cittadine ma anche da corsa tutte con rifiniture di pregio e altissima qualità(utilizzava telai maino), fino agli anno 70, mi è capitata sotto gli occhi un modello da passeggio fine '40 con cambio doppia stecca veramente notevole.
RAULER reggio emilia, ex operaio e allievo di marastoni, degno continuatore dell'alta qualità artigianale nelle bici da corsa, chiusa l'attività circa nel 2000. sono passato l'altro giorno in via abba 26 (ex sede di rauler) e vedo in fase di ultimazione una palazzina con 6 appartamenti.
CORRADINI, storico mecanico e assemblatore di Reggio di buon livello, tutt'ora in attività con un florido negozio.
SIMONAZZI, altrettanto storico marchio reggiano di bici da città e da corsa, attività venduta ora in mano a terzi.
FAIETTI, REGGIO EMILIA, solo negoziante e rivenditore, lui purtroppo morto nell''88, momento in cui la moglie, Regina prende in mano il negozio anche se a digiuno di biciclette, ma l'attività, florida, valeva la pena di essere portata avanti , fino al 31 dicembre 2010 in cui si decide la chiusura dell'attività, 81 anni sono sufficenti, 15 giorni dopo Regina Mataloni Cecchetti lascia anche lei questo mondo, credo con la convinzione di aver amato quello che poteva aver amato.
LUCIANO, REGGIO EMILIA, oscuro costruttore, ne so poco ma quando che vedo una bella bici anni 60/70 sportiva in città, al 90% c'è scritto LUCIANO.

INCANTICO a pedali nella storia ha detto...

FULGINIUM
Azienda di Foligno, Perugia, nata tra la fine del 1800 e l'inizio del 1900.
Avendo alcune bici, vorrei saperne di più!!!
Grazie

P. "INCANTICO" a pedali nella storia
Fabio Di Carlo

Anonimo ha detto...

volevo sapere se qualcuno conosce il marchio VERBANO, io sto restaurando una freni bacchetta credo anni40 color besh, se qualcuno ha foto o sa la storia della ditta può contattarmi a robsoon@hotmail.com

grazie

Anonimo ha detto...

VALIDIOR ALESSANDRIA
Sono venuto recentemente in possesso di una bicicletta con questo nome e non avendo trovato nessuna notizia in rete ho telefonato alla cieca a vari meccanici di Alessandria in cerca di una "memoria storica" che potesse darmi migliori notizie del marchio.
Mi è stato detto che la produzione ha avuto inizio nel '35-'36 ad opera di un certo Cav. Pietro Battaglia ed è proseguita fino al 1966.
Era una bicicletta di buona fattura con un telaio che aveva la stessa componentistica (e la stessa saldatura manuale) di altri marchi più famosi della zona, non era una sottomarca bensì una "prima marca" piuttosto conosciuta nel circondario anche se i numeri di produzione non sono mai stati altissimi. Nessuna notizia circa la costruzione di modelli da corsa o impiego in gare sportive di rilevanza.
La particolarità della bicicletta è il marchio che rappresenta un omino elettrico, stampigliato anche sulla guarnitura e sui mozzi in acciaio.

Anonimo ha detto...

Io ho bici tutta marcata monviso di colore verdino qualcuno sa dirmi quacosa?

leon ha detto...

Salve.Ho anche io una validior da uomo,incompleta.Mi piacerebbe conoscere chi ne ha una e magari vederne l'immagine.
Grazie
petermothard@gmail.com

Anonimo ha detto...

Salve
posseggo anche io una VALIDIOR ALESSANDRIA.
è anche in discrete condizioni (trascurando ovviamente le ossidazioni diffuse) e quindi mi piacerebbe saperne di più su questa bicicletta.
per scambio di informazioni:
granataxsempre@hotmail.it

leon ha detto...

Buongiorno
Io ho un residuato arruginito e incompleto che vorrei assemblare e le chiedo se per favore mi puo'mandare qualche immagine della sua,cosi'da capire cosa cercare nei mercatini per completarla.
la ringrazio in ogni caso.
Pietro
petermothard@gmail.com

Alvuz ha detto...

CALDATO - TREVISO

Francesco "Checco" Caldato, artigiano del Trevigiano attivo dagli anni 50 circa fino agli anni 70/80. Realizzava bici da passeggio comuni e rimarchiava vari telai in acciaio predisposti per Cambio Corsa/Parigi Roubaix.

Fu amico di Coppi e molto rinomato a livello regionale, tant'è che numerosi corridori, professionisti o dilettanti, si recavano da lui per una bicicletta su misura.

SV1979 ha detto...

Salve a tutti, qualcuno sa dirmi qualcosa sul marchio Milene?
Ho una bici da uomo da 26' marchio milene del 1936..vorrei sapere altro cortesemente ringrazio chi saprà darmi spiegazioni a riguardo.

ezio ha detto...

salve a tutti posseggo una bici da corsa marca a. cattaneo di cremella di barzanò (lc) brevetto 481244 perfettamente conservata con cambio campagnolo doppia stecca qualcuno sa dirmi qualcosa sulla bici o eventuale brevetto.
grazie

diego ha detto...

ITALA di VERONA, titolare e geniale costruttore Gregorelli,sede: via S.Antonio 15/17. Dopo la seconda guerra mondiale cambiò il marchio in SCALA. Posseggo un esemplare conservato che fù di mio padre,anno50, oltre a, poca, documentazione che se interessa potrei spedire copie.
Diego

P.DeSade ha detto...

@Diego
tutto ciò che può contribuire alla conoscenza delle bici e soprattutto dei marchi sconosciuti sono sempre ben accetti! manda pure il tutto alla mia mail: p.desade@gmail.com

Stefano Stazzoni ha detto...

cerco informazioni su marchio VERBANO (anni 40) e cerco il logo che sta sul canotto e altre decalc, dovrebbe avere uccello (credo anatra)in picchiata con parte del becco nell'acqua e la scritta verbano sotto messa tipo in un nastrino rosso stilizzato, posso postare fotografia.

grazie

Anonimo ha detto...

Cerco informazioni sul marchio CICLI ARTAR di Reggiolo

Saluti Stefano

Anonimo ha detto...

Per rispondere al commento precedente, io ne avevo una super conservata e completa. Freni a bacchetta da uomo, nera con fondo rosso, tutta la bulloneria marchiata con la "A". Aveva una sella brooks dell'epoca a molle. Credo sia stata degli anni 60.
Mi hanno detto che Artar dervivava dal nome del costruttore, un certo Archimede Tarquini che faceva bici di qualità.
Mi sono pentito di aver venduto quella bici, avevo fatto delle foto, se le ho ancora le posto. Saluti. Salvo.

Anonimo ha detto...

Ma chi scrive queste boiate su rauler... Io enrico entrato nel1976. A 15anni in via abba 26.....penso di conoscerla meglio la storia di raoul e reclus..rauler

Anonimo ha detto...

CICLI RAULER REGGIO EMILIA nn certo ex operaio di marastoni..rauler...di raoul e reclus gozzi.....

A. Bonuso ha detto...

Marchio TITANIA-TOSCANA (POGGIBONSI-SI)
Abbiamo ritrovato una vecchia bici da uomo di famiglia con manici in corno marchiata in vari punti TITANIA, ma nonostante abbiamo chiesto informazioni in zona nessuno la conosce.
Chiunque abbia informazioni può inviare una mail:
bonuso.a@libero.it

Anonimo ha detto...

GREGORI - CREMONA,
montava freneria e telaio Gloria, però la serie sterzo e altri elementi come le leve del manubrio erano marcati col nome Gregori
LA BIRLINA - SORESINA
importante industria locale di produzione ciclistica e persino motociclistica, birlina deriva dal soprannome del proprietario " el Birlu " quindi le sue figlie a due ruote si chiamarono Birline. le moto erano marcate con il suo cognome: Capredoni

Carlo A

Anonimo ha detto...

Forcignano' Prod.Bici dal 1930-al 1980-simbolo acquila con scritta forcignano rossa centrale.
ditta di bici San Cesario di Lecce -Lecce-
by gabry68

Anonimo ha detto...

marca Ferrari
produzione bici dal 1900 al 1950
sede Parabita Lecce
by Gabry68

Gustavo Morelli ha detto...

Quattrocchio ALESANDRIA. I have 3 bikes of this brand, just know that mattered to ARGENTINA. I would like to know more about them.
Another brand I would like to know more is MORELLI, or LLI MORELLI, of this I have no infor. Greetings from Argentina GUSTAVO

GLG ha detto...

Buongiorno, cerco informazioni sul marchio Maserati, come logo ci sono due ruote in un triangolo.

Grazie mille,
Gian Luca

P.De Sade ha detto...

La bici Maserati le produceva la Fiorelli di Novi ligure negli anni 70/80, erano perlopiù destinate all'esportazione verso gli stati uniti.

Anonimo ha detto...

CICLI PORDOI ma non ho nessuna notizia

Anonimo ha detto...

CESARI - RIGOSA DI BORGO PANIGALE

Nell’anno 1922 a Rigosa di Borgo Panigale,
Il Sig.Cesari Celso iniziò l’attività di costruzione delle biciclette “ISOTTA” e nel 1923 visti i buoni risultati ottenuti ne depositò il marchio. Partecipò con la sua squadra corse a competizioni molto famose fra le quali il Giro d’Italia. Iniziò così ad ampliare la gamma delle biciclette “ISOTTA“, introducendo nel mercato nuovi modelli, ricordiamo le rinomate biciclette “COMETA” e “FARFALLINO“, e creando un’innovazione utilizzata tuttora da tutti i costruttori, la “PIPA FRASTAGLIATA“.
Negli anni le esigenze di mercato si diversificano e il Sig. Celso nel 1946, incluse nella propria produzione alcuni modelli di ciclomotori dotandoli di motore SAMP. 

Nel 1952 il Sig. Celso abbandonò l’attività, ed il figlio Gaetano Cesari costituì la FIAR (Fabbrica Italiana Accesori Ricambi) ubicata alle spalle del Laboratorio dell’ISOTTA che produceva parti di ricambio per gli scooters PIAGGIO (vespa) e INNOCENTI (Lambretta). 
Dopo pochi anni, e più precisamente nel 1958 vennero aperti diversi punti vendita: 3 negozi a Borgo Panigale, Piazza Malpighi con la concessione MOTO MONDIAL – MOTOCICLI M M – MOTO BARTALI – MOTO DEVIL MOTO FRERA e relative officine di assistenza.
La FIAR, condotta dal Cav. Gaetano Cesari, divenne uno dei maggiori produttori italiani di accessori e ricambi per ciclomotori, fra cui parabrezza, silenziatori, retrovisori, ruote, portapacchi e lamierati Piaggio conquistando un mercato globale realizzando esportazioni fino al 72% della produzione.

Anonimo ha detto...

TOSI RIMINI
non so nulla.
la foto che allego merita tuttavia un commento perchè ho dovuto inseguire la ciclista pedalante per fotografare la borsina attrezzi col nome. il fatto è che la signora mia moglie ha ritenuto che fotografassi il posteriore della signora pedalante anzichè la borsina.
cosa non si fa per documentare un marchio locale !
mad max

Anonimo ha detto...

notizie sù bicicletta ROTENSE,IL CACCIATORE tel n 00731,costruita MERCATO SAN SEVERINO SA.un grazie anticipato STEFANO CAPPAI Sanluri vs SARDEGNA

Anonimo ha detto...

Salve a tutti,sono in possesso di una bici con stemma" cicli rimini" "Renato Deluigi" e sotto alla forcella il n°46 che sara'l'anno sicuramente,per il resto non so nient'altro, su internet non trovo niente su questo marchio.

Anonimo ha detto...

RENATO DELUIGI-CICLI RIMINI chi sa darmi qualche informazione anno 1946

Anonimo ha detto...

CICLI BERTI CESENA
La bicicletta che apparteneva a mio nonno è una sportiva di fine anni 40 / inizio anni 50.
Sullo stemma appare la scritta del marchio e il disegno di una ruota con raggi con al centro una mano.

Anonimo ha detto...

Salve, di recente ho comprato una bicicletta d'epoca, per risalire al produttore ho trovato solo un'incisione, ZARDO, cercando su internet ho trovato solo che era una ditta di Mogliano Veneto che produceva bicicletta prima della guerra. Voi sapete darmi qualche altra informazione?
Grazie

Gianluca ha detto...

Salve, io sono in possesso di una vecchia bici da donna risalente presumibilmente a prima della guerra. Ha lo scudetto sul davanti recante la scritta OTTOVEL Liettoli. Liettoli è una frazione non distante da Padova. Da alcuni anziani abitanti della zona pare esistesse un'artigiano, ora scomparso, di nome Ottorino Vecchiato, pare ultimo podestà di Campolongo Maggiore, prima dunque del 1945. La bicicletta reca in rilievo la scritta Ottovel sui parafanghi. Qualcuno sa aiutarmi a saperne di più?

Anonimo ha detto...

Ho recuperato una vecchia bici con freni a bacchetta, il fregio e' poco visibile, ma sembra una corona con sotto un gagliardetto blu e rosso e una scritta che finisce in "us".
Ho fatto diverse ricerche sul web ma non ho trovato nulla, non e'che qualcuno mi può aiutare?
lucabona@tiscali.it

La Bottega della Bici ha detto...

Salve, qualcuno conosce il marchio ROMA ho una bici anni 30 tutta marchiata in corsivo. Grazie

Anonimo ha detto...

Ho una bici con logo da uomo anni 50/60 "Cicli CARMEN" e sotto la scritta Patavinus; sapete dirmi qualcosa? la conoscete?
grazie a tutti

Alambiccus Garage ha detto...

CICLI GALLONI BOLOGNA

Paolo Cremaschi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Paolo Cremaschi ha detto...

Lino Messori - Modena

http://vimeo.com/41525244

Pasquale Ciullo ha detto...

Salve sto restaurando una bici d'epoca ma non riesco a capire di che marca fosse!C'è solo una E sul portafanale e un numero sul telaio inciso (216)!Qualcuno sa dirmi di che bici si tratti?

Paolo Fuser ha detto...

Ciao a tutti. quest'anno per partecipare all'Eroica ho acquistato a 100 euro una bici Aprilia, costruita a Noale (Venezia) dalla stessa azienda che oggi produce le blasonate motociclette. Purtroppo le notizie relative alla produzione delle biciclette sono poche, inoltre qualche anno fa un incendio distrusse completamente l'archivio dell'Aprilia.
La mia bici Aprilia è una sport/corsa del 1968 (?)
Cambio Simplex prestige 637, deragliatore Simplex AV 223, comandi Simplex Criterium, leve freni e freni Balilla mod. Corsa 61, cerchi Mavic Module, ruota libera Regina quintupla Gran Sport, guarnitura tipo " Magistroni", pedali Shefield Sprint 637, Sella Italia Gran Prix Pro

Luca Pacciana ha detto...

Salve, sto facendo un restauro completo di una bicicletta lasciatami da mio nonno. Prima della verniciatura nuova era rossa con una decalcomania che recitava "ALBATROS". Sono pugliese se questo può dare una mano a restringere il campo.
Non sono mai riuscito a trovare informazioni sul tipo di telaio, sapendo che non ci sono altri indizi sulla bici stessa.
Grazie mille
Luca Pacciana

Anonimo ha detto...

Salve sto restaurando una bicicletta Ideal avrei bisogno degli stemmi e vorrei sapere se posso trovare i pezzi di ricambio...la mia bici ha telaio numero 5861

Anonimo ha detto...

giuseppe venuti bici messina

manuel ha detto...

PECCHIO
ne ho trovata una saldata da losa, metà anni 80, qualcuno ne sa qualcosa di più?

manuel ha detto...

PECCHIO
ne ho trovata una saldata da losa, metà anni 80, qualcuno ne sa qualcosa di più?

Anonimo ha detto...

Buonasera.
Da un rigattiere di Catania ho di recente acquistato una bicicletta con freni a bacchetta che vorrei restaurare e della quale spero di sapere di più. Non ha marchi a vista se non una V contornata da corona di alloro sul parafango posteriore. Mi hanno accennato di marchi come Victor o Victory, ma non ho trovato nulla a riguardo. Spero vogliate aiutarmi. Grazie. Fabio

Anonimo ha detto...

BORGANI
Dovrebbe essere una bottega delle marche di bici da corsa anni 70, qualcuno sa dirmi di piu' ?

Anonimo ha detto...

Sto restaurando una bici da donna marca VIMAC - Cesena. Mi piacerebbe sapere a quale periodo risale. Ha i freni a bacchetta ma non trovo altre punzonature che mi possano indicare l'anno di produzione.
Grazie, Alex.

Anonimo ha detto...

Salve a tutti, non riesco a trovare sulla rete informazioni sulla marca UNICA di Ferrara.
produceva bici di qualità?
grazie
Salvo da Bologna

Anonimo ha detto...

Salve.,sto cercando informazioni su una bici marca RAVAT . Se qualcuno la conosce mi dica almeno dove la producevano.saluti flavio

Anonimo ha detto...

Fregio: "ORIGINALE COVENTRY MILANO"
N.telaio 51000

Anonimo ha detto...

Buongiorno a tutti, ho da poco acquistato una bici De Fano di Bari mancano stop e fanale per il resto e' a posto, ha solo bisogno di vernice e cromatura. Ma qualcuno sa darmi notizie a riguardo di questo marchio? Francesco De Fano di Bari, io non sono riuscito a ricavare qualcosa.

Anonimo ha detto...

CICLI RUBI FERRARA

Qualcuno ha altre notizie?

Alberto Miserocchi ha detto...

Cerco informazioni su questi marchi:
CICLI FUSCONI-FORLI': officina aperta ne 1921 da Quinto Fusconi in piazza Marco Melozzo, montava bici Lygie e sembra abbia brevettato un sistema frenante posteriore.

CICLI TITANIA-FORLI': Non ho notizie, solo una bici da uomo di ottima fattuta, pantografata TITANIA su più punti, contropedale con cerchi da '26.

WORLIGG: Possiedo una bici da donna dell'inizio degli anni '60 anonima tranne la scritta WORLIGG stampigliata sul parafango post., la scritta rossignoli sui freni e mondial su faro ant. e carter a pistola.

Per chi avesse informazioni la mia mail: alberto.miserocchi.94@gmail.com grazie in anticipo.

PoooL ha detto...

CHIRICO – MILANO

NERI – BOLOGNA

A. CAMERA – VERONA

ROLI – BERGANTINO (RO)
Luciano Zapparoli, telaista fino agli anni 90. I telai da lui costruiti sono di ottima fattura.

CARAMANTI – VIADANA (MN)

GALLESI – RODIGO (MN)

MALAGNINI – PONTEPOSSERO DI SORGA’ (VR)
Fondata da Vittorio Malagnini produttore di telai fantastici. Oggi prosegue l’ attività il figlio Lucio.

Edoardo ha detto...

Io ho trovato una RICCARDO BOBBA di Casale Monferrato credo degli anni 20;non riesco a trovare informazioni utili in giro, non so se qualcuno ha mai sentito parlare di queste biciclette?

Anonimo ha detto...

Antonio curini
Fabbrica di biciclette
Aquila
Trovato antico campanello con incisione

Maurizio ha detto...

Buongiorno
Qualcuno conosce la Cicli A.S.B?
Grazie
Maurizio

Anonimo ha detto...

OFFICINE MECCANICHE FG - CICLO FLORIO queste sono le diciture leggibili nello stemma di una bici da uomo presumibilmente anni '30/'40. Località sconosciuta.La bici é stata trovata nel faentino.
Saluti
Rodolfo da Faenza

david ha detto...

salve mi chiamo david sto provando a restaurare la bici di mio nonno la decalcomania si vede poco ma si intravede marca depositata glorius. sul telaio vi e' inciso c.b.c. oppure o b c e poi 2776. la bici e' in sicilia.

Anonimo ha detto...

Salve, ho una bici degli anni '70 credo le decalcomanie riportano "super ciclo continental"
Qualcuno mi può aiutare se conosce questo marchio?
Grazie a tutti.
Marco

Vito Salatiello ha detto...

CICLI BERTOCCHI, BOLOGNA, VIA S. DONATO.

CICLI R.A.M.D. (Romagnoli Alfonso meccanica Decima), San matteo della decima (BO)

Domenico ha detto...

Sono in possesso da diversi anni di questa stupenda bici con tutti i componenti in duralluminio.
CICLI CORDERO TORINO
Decal CORBAR
paramanubrio: corbar : http://paramanubrio.blogspot.it/2010/08/corbar.html

Emanuele Capoferri ha detto...

Salve cerco informazioni su una bici con marchio Champion made in italy, è una bici da corsa , non trovo niente in rete, qualcuno sa dirmi qualcosa?

Anonimo ha detto...

Salve! Io ho appena ricevuto in regalo da mio padre una Falco prodotta a Torino. Sembrerebbe molto vecchia data la gemma posizionata sul dorso del parafango posteriore, ma ho il dubbio si possa trattare di una bici artigianale dato che lo stemma frontale non è fissato con delle viti ma semplicemente incollato,e del buco delle viti neanche l'ombra...

Cosa mi consigliereste di fare?

Ringrazio in anticipo!

Anonimo ha detto...

PS: Sempre lo stesso autore del commento precedente.Numeri di Telaio non ne ho trovati, perciò i dubbi crescono..

andrea ha detto...

"cicli cova vigevano"- su una bici da donna anni 20 in mio possesso, sulle pedivelle è marchiata questa scritta.
qualcuno sa qualcosa in più?

giorgio tsaldarakis ha detto...

Buongiorno do il mio contributo con CICLI TURRI VERONA nonostante rifornisse il Comune di Verona queste bici sono quasi introvabili si ha certezza solo di un anziano di Bardolino in possesso di un esemplare, la Cicli Turri ( niente a che fare con ditte omonime) aveva sede nella via che porta alla tomba di Giulietta; se raccolgo altre informazioni vi aggiornò, grazie

Anonimo ha detto...

Buongiorno qualcuno sa mica dirmi dove militava il corridore Renzo Forno tra il 1948 e i primissimi del 50'?? L'uniche cosa che so e che era della provincia di torino,correva con una bianchi,e il suo sopranome era 'ferroviere volante' per via del suo lavoro sulla linea Torino- Ceres.Figlio di Angelo Forno,anche lui corridore

Anonimo ha detto...

Appena presa bici da donna freni a bacchetta con loro di ottone con dicitura:
CICLO
IMPERO
A.G.
LECCE
Qualche info?
Grazie mille in anticipo.

Anonimo ha detto...

CICLO REX-VENEZIA sulla targhetta c'è scritto Ciclo REX Lusso ed ha una leva del freno marchiata APRILIA mentre l'altra REX, ha i freni a bacchetta ed è da donna se qualcuno ha qualcosa da dirmi in riguardo albertechno@outlook.it

Anonimo ha detto...

Salve mi chiamo Antonio , possiedo 2 bici...un 26 da passeggio marchiato LAMBERTINI BOLOGNA e l'altra un 28 marchiato temellini modena, le bici hanno numeri di serie manubri ambrosio pedali quelli con i 4 pezzi in gomma e le selle San marco con moe inferiori, qualcuno sa dirmi di cosa si tratta? Grazie!

valter ha detto...

salve, un'amico possiede una bici da corsa color rosso con cerchi in legno con stemma ant. sotto al manubrio con scritta CEN recco . ha il cambio a leva con cremagliera con su scritto CAMPIONI DEL MONDO e un'altra scritta poco leggibile che sembra che termini con TORINO .dalle ricerche che ho fatto direi cambio REGINA MARGHERITA dei fratelli NIEDDU.L'unica sigla si trova sul tubo sotto alla sella con nr.33146.borsina porta attrezzi appesa alla sella cinghie in cuoio fermapiedi campanello a percussione vicino al manubrio. qualcuno sa darmi notizie?

Anonimo ha detto...

Salve, ho recentemente comprato una bici stile bianchi Montebello 48'.ignota provenienza (non trovo numeri di telaio o date) con decal frontale CICLI-GIULIETTA ne sapete qualcosa?

giorgio tsaldarakis ha detto...

ADIGE di Verona fam. Manfrin, il negozio esiste ancora a Verona dal 1945 non so se fanno ancora le biciclette con marchio proprio, la mia prima bicicletta da corsa era una Adige azzurra nei primi anni 80, belle biciclette.

Anonimo ha detto...

Ti ringrazio giorgio per l'impeccabilita' delle tue informazioni,Davvero molto gentile. Cordiali saluti Elpidio.

Mark2 ha detto...

Salve a tutti, in campagna ( vicino a Torino ) fra le cose appartenute a mio suocero ho trovato una bicicletta da donna che riporta sulla forcella anteriore una targhetta rivettata con la scritta: CICLI E.CORTELLA - SETTIMO TORINESE.
Grazie se qualcuno ha notizie di questo produttore.

mark2 ha detto...

Salve a tutti, sempre svuotando la cantina di mio suocero ho trovato anche una bicicletta da donna (forse anni 40?) AMBROSIO Super Lusso con leve rovesciate e manubrio in alluminio con manopole in legno. Era stata smontata per essere riverniciata. Devo vedere se trovo tutti i pezzi: Vi farò sapere: Se riesco posto anche alcune foto dei particolari di questa e della altra bici descrritta nel mio precedente post.
Grazie molte.

Giovanni ha detto...

Ho una bicicletta con lo stemma "cicli roma sport - fabbricazione italiana" n°telaio 175822 so che era della f.lli carnielli, ma vorrei avere qualche informazione in più. Grazie

Giovanni ha detto...

Mi scuso per il post precedente da perfetto maleducato non avevo salutato.... lo faccio ora salve e complimenti per il sito.

Manuel G ha detto...

ciao a tutti è da un po' che vi seguo, complimenti per il sito
io sto cercando informazioni su "CICLI TURIS marca di fabbr." con un bello stemmo un'aquila che vola sopra 2 ruote... qualcuno mi può aiutare?

Moreno Boscaro ha detto...

Ciao a tutti sono Moreno volevo chiedervi un'informazione su una marca di una bici con freni a bacchetta di marca baden.grazie in anticipo

Anonimo ha detto...

Ciao a tutti io ho una bici marchiata bettinelli (tra l'altro sul web ho trovato un annuncio di vendita nella regine Lazio) , qualcuno di voi sa dirmi del paese e del ciclista che appartiene...grazie in anticipo
Luca

Lorenzo ha detto...

Io ho un telaio Luciano, era di mio padre che se lo era fatto costruire su misura.. la mia intenzione è di assemblarla per farla rivivere sulle nostre colline e montagne nel Reggiano..

Andrea Spagna ha detto...

Ragazzi buondi io ho una MONVISO qualcuno puo aiutarmi a capire la storia e a trovare i pezzi di ricambio?grazie mille

Anonimo ha detto...

ho due bici "Luciano " degli anni 70-80. Era un costruttore artigianale reggiano. qualcuno mi sa dire se era un costruttore in gamba ?

Giuseppe Gigante ha detto...

scusate ma sono entrato in possesso i una bicicletta a bacchetta con la forchetta posteriore in basso sul triangolo posteriore dalla serie sterzo si presuppone che sia antecedente agli anni 50' ha uno stemma in bronzo non colorato con su scritto " CICLI I.L.V.A. "savona e c'è su impresso una torre di savona , non sono riuscito a leggere tutto perche' ormai consumato sapete darmi delle notizie su questo esemplare ? grazie

Anonimo ha detto...

cicli TRAROVI marca depositata,mi sapete dare notizie sulla mia bici d'epoca?non riesco a trovare nulla sulla storia di questo marchio locale
alexfidone79@virgilio.it
grazie

vetulio ha detto...

Ciao a tutti chi conosce ho ha notizie sul marchio nizzarda asti.
Ciao grazie fabio grosseto
fabiolentini@hotmail.it

Stefano Frivoli ha detto...

Buongiorno,vorrei notizie sulla mia bicicletta marca Velox con etichetta 1950. Grazie.

dante cenesi ha detto...

Sono venuto in possesso di una bicicletta da uomo degli anni 60-70 marcata con decalcomanie STICKERS e punzonata con la matricola 72. Chi sa qualcosa di questo marchio è pregato di dirmelo. Grazie

dante cenesi ha detto...

Sono venuto in possesso di una bicicletta da uomo degli anni 60-70 marcata con decalcomanie STICKERS e punzonata con la matricola 72. Chi sa qualcosa di questo marchio è pregato di dirmelo. dantecenesi@gmail.comGrazie

di chiara Jo ha detto...

Sono venuto in possesso di una bicicletta da uomo marca giganti stradella qualcuno sa qualcosa di questa marca

Andrea Spagna ha detto...

Ragazzi ho appena restaurato una bianchi lusso con motore mosquito

Anonimo ha detto...

Ciao, ho da poco preso una Titan Cycle (credo degli anni '70) con l'idea di metterci le mani un poco alla volta. Qualcuno sa dirmi qualcosa sul marchio? So che era di San Marino e ora si chiama PRB, ma non so altro. Si trovano pezzi originali di questa marca?

Andrea Goffi ha detto...

Mi è capitata tra le mani una sportiva Cicli IMPERIALE, con cambio Campagnolo, che mi dicono degli anni '70. Le scritte sono adesive e nello stemma frontale a scudetto è riportata l'immagine di una torre. Nulla dalle le ricerche in rete.

giorgio tsaldarakis ha detto...

Scaligera marchio locale semisconosciuto di Verona non ho altre notizie ho solo visto qualche bici da corsa di medio-bassa gamma

mikindian ha detto...

Sto rimettendo in sesto una bici MEZZADRA che mi è stata regalata (età presunta 40-50 anni) di cui cerco -senza esiti fino ad ora- informazioni.
Qualcuno ne è in possesso?

giorgio tsaldarakis ha detto...

MIOTTO forse in provincia di Treviso, ho visto bici da corsa montate Rino

Anonimo ha detto...

CICLI A.CASINI GENOVA

Tonino Coppola ha detto...

Salve cerco informazioni su una bici con marchio CICLI ZENIT MILANO, è una bici da passeggio presumo modello per donna, sul perno centrale della pedivella è inciso IMB 57, sul manubrio la scritta Eureca, non trovo niente in rete, qualcuno sa dirmi qualcosa?
Grazie.

Anonimo ha detto...

cercavo informazioni su una bici da donna marca imperial trade mark

Anonimo ha detto...

chi ha informazioni su GIORDANO o GIORDANO MILANO?

Fabio da Padova ha detto...

Sono in possesso di una bici da uomo con freni a bacchetta non identificabile dal telaio ma con i cerchi marchiati NISI sia inciso sul metallo sia con un piccolo adesivo con il nome scritto sopra due ali aperte, c'è qualcuno che mi può dare notizie su questo marchio?

Anonimo ha detto...

io posseggo una cicli A.S.B., un conservato che utilizzo tutti i giorni
sono in cerca pure io di informazioni relative a A.S.B. Bologna
grazie

giorgio tsaldarakis ha detto...

PININ Torino emblema tre rondini stilizzate, sede c.so Bramante 59 Torino, ho visto una bici da uomo anni 60 credo con un sistema ammortizzante sulla forcella anteriore.

Anonimo ha detto...

io so solo che è BETTINELLI,se qualcuno sa qualcosa più di me me lo dica per favore grazie Luca

Anonimo ha detto...

Per quanto riguarda il marchio Scaligera, conosco il negozio, era situato a Verona in Via Tezone, commercializzava biciclette di gamma medio - bassa, attivo per tutti gli anni 70 sino agli anni 90 inoltrati; successivamente vi si collocò Albi Cicli ed ora il negozio ospita altra attività. il marchio scaligera era scritto in caratteri gotici rossi in campo bianco, con la S maiuscola ed il resto minuscolo, in corsivo, inserito in un rettangolo dai bordi gialli

Sergio ha detto...

Buongiorno sto restaurando una bici da corsa data presunta 1957, marchiata Decorato sui forcellini posteriori. Qualcuno sa darmi indicazioni circa il costruttore ed eventualmente i colori per poterla riportare all'origine. Grazie

Anonimo ha detto...

Buongiorno, ho due bici su cui mi piacerebbe avere qualche informazione in più!
La prima è marchiata Giovannini con telaio Columbus Slx ( per intenderci quello a sezione stellare) e l'altra è una Martinelli telaio Columbus

fabio pagella ha detto...

un amico ha trovato una bici circa anni 40/50 della marca Poggi di Masio (Al) , avete notizie in merito ?

Mimmo Siano ha detto...

Buongiorno.Io ho una bici d'epoca con freni a bacchetta EVEREST, qualcuno sa dirmi info su questa marca? grazie

giorgio tsaldarakis ha detto...

Motor Veneta, un altro marchio nel veronese, una fabbrica sita in San Bonifacio vr località Villanova produceva biciclette a livello artigianale sorta negli anni 70 ( in un disegno la data riporta MV dal 1971 )attiva fino a pochi anni fa credo sia stata assimilata da Freedom Bike altra fabbrica di biciclette a Colognola ai Colli vr, posseggo una bici da corsa Motor Veneta con cambio nuovo gran sport, leve freni Campagnolo, guarnitura Ofmega, freni Galli gg76, cerchi Ambrosio, sella Italia con reggisella Rino, avendola acquistata usata non sò dire se e originale al 100%, in caso di nuove informazioni, provvedo ad informarvi.

giorgio tsaldarakis ha detto...

correggo il messaggio di cui sopra la località e Villabella vr

giorgio tsaldarakis ha detto...

aggiornamento per Motor Veneta, nonostante il mix di componentistica, sono quasi sicuro montasse Campagnolo nuovo record, il deragliatore e i manettini lo sono

Mauro ha detto...

Buonasera a tutti ho trovato in un mercatino una bici da bambino quelle vecchie che sono praticamente Delle biciclette in miniatura qualcuno sa di che anno possono essere? Vorrei mostrarvi una foto ma non so come si fa grazie a tutti

franco ha detto...

salve a tutti vorrei avere se possibile informazioni su una un tipo di grazziella da 20 prodotta in germania con il marchio RIXE aveva il freno a contropedale e il reggisella di diametro maggiorato con una targhetta posteriore rivettata al parafango con la citta di hilderberg

giacinta calfa ha detto...

salve volevo sapere se ad inizio del 900 c'era a pavia un'officina-laboratorio che produceva biciclette con marchio "Triestina Pavia"











Unknown ha detto...

chi conosce le bici IVES?
nella fattispecie R contropedale

franco65 ha detto...

qualcuno ha informazioni sul marchi WELBA grazie.. per contatti
nr. 3313614898

Anonimo ha detto...

ho un telaio tandem anni 30' corsa con marchio GHIBOR qualcuno sa dirmi qualcosa su questo marchio ? Mille grazie DomSis

frank ha detto...

ciao a tutti sono venuto in possesso di una bici donna tipo olanda che vorrei restaurare presumo anni 60 marcata OLIMPO milano, inoltre una bellissima bici donna sempre tipo olanda marcata PAGLIANTI anno 1957 qualcuno ha della informazioni a proposito, saluti a tutti e grazie

frank ha detto...

salve a tutti ho parecchie bici clette d'epoca che vorrei restaurare, una in particolare è un tipo di grazziella della cicli aprilia marcata gabriella non sono riuscito a reperire nessuna notizia ne riesco a trovare le decalcomanie originali qualcuno può aiutarmi

frank ha detto...

in risposta a franco (riferimento RIXE) nata circa nel 1922
anche io ho la stessa bicicletta con il marchio sul parafango i primi prototipi sono del 1966 nel 69 sono state prodotte varie grazzielle la mia in particolare dovrebbe avere in mozzo sach duomatic, vai a vedere questo link http://www.sonnengelber.de/fahrraeder.html poi mi saprai dire ciao

giorgio tsaldarakis ha detto...

Biemmezeta (BMZ) marchio in auge negli anni 80 alcuni dicono di Padova altri di Milano, lavorava anche conto terzi, da quel poco che so telai Biemmezeta erano su Colnago Sport rimarchiate Colnago, bici americane Palo Alto un centinaio li hanno fatte con telai Biemmezeta, ottimi acciai Columbus, forse stare qui nei marchi locali gli stà un po' stretto, è menzionata sul sito Classic Rendezvous, in rete nonostante sia stato un marchio rilevante si trovano poche informazioni, forse l'esperto P. De Sade può dare ulteriori informazioni, grazie.

fabrizio ha detto...

buongiorno a tutti,ho trovato una bici vecchia tipo taurus con marchio "Enzo Bruni cicli Modena" e con numero di serie stampato,qualcuno conosce questo marchio?Grazie mille