martedì 14 dicembre 2010

Angor anni 30

L'amico Flavio ci invia queste immagini riferite ad una bici Angor, un produttore locale, presumibilmente prodotta tra gli anni 30 e gli anni 40.
La conservazione è ottima, sulla vernice nera si notano ancora le filettature e tracce di decalco.
Il telaio parla vagamente piemontese: gli steli del carro superiore si congiungono sopra la ruota in stile Maino e il disegno della testa della forcella utilizzatissimo tra l'astigiano e l'alessandrino...
Le ruote misurano 26" e sono montate su mozzi marcati con ingrassatore.
Si cercano informazioni riguardo a questa marca locale, Angor.

7 commenti:

Anonimo ha detto...

salve forse possiedo una bici identica alla sua.
Riesce a dirmi i cenni storici che riguardano questa marca di bici.?!.

sulla mia bici si vede la decalcomania scritta a lettere bianche grosse in orizzontale scritte apparentemente su uno scudo al di sopra di questo vi è una grossa corona.


la prego di rispondere

Jean_rave@yahoo.it

P.DeSade ha detto...

Nessuna informazione

Anonimo ha detto...

Angor, e' una sottomarca delle biciclette Iride(vedi Gemmati Velocipidi)con sede a Cintello di Teglio Veneto (PN)nata e operativa dal 1912. E' ancora oggi in funzione sempre nello stesso stabilimento. Producono ancora i classici vecchi telai in acciaio saldati come una volta sempre marcati Irede o Angor.

Anonimo ha detto...

Io ho uno stemma (fregio piantone)Angor,,

Matteo Scagliola ha detto...

Confermo quanto detto sopra, Angor è stato un prodotto Iride (Cintello di Teglio Veneto).
Ho visitato la fabbrica alle elementari perchè abito nelle vicinanze.

Letto al contrario "Angor" viene "Rogna", se non ricordo male fu scelto come gesto "scaramantico" dal produttore.

Mi propongo di visitare la fabbrica a breve e cercherò di avere più notizie!

Matteo

Anonimo ha detto...

salve io possiedo una bicicletta angor in perfette condizioni visibili le sue decalco originali,vorrei inserire le foto ma non riesco

Alejandro gonzález ha detto...

Buen día, escribo desde Argentina, y creo tener en mis manos un modelo de bicicleta angor heredara de mi abuelo, me gustaría poder subir una foto para confirmar si es esa la marca. Muy interesante el foro y gracias por la información que aportan para poder reconstruir la historia de las bicicletas.
Saludos Alejandro desde Argentina.