mercoledì 2 dicembre 2009

Cambio Vittoria-Giuseppina

Da questo cambio voglio iniziare il mio approfondimento sui cambi meno noti. 
Questo è un cambio prodotto dalla Ditta Nieddu, divenuta samosa per la creazione dell'affascinante cambio Vittoria-Margherita. Questo cambio, denominato Cambio Vittoria-Giuseppina, si è affacciato nella seconda metà degli anni 40, il suo funzionamento ricalca il concetto dei primissimi cambi Simplex.
In effetti il sistema è molto simile, cambia solo il sistema della leva di comando, che lavora su una cremagliera a tre punti.
Non ebbe molto successo questo cambio, il Simplex era sul mercato con successo da almeno 10 anni con il Campione del Mondo e successivo Tour de France... inoltre da lì a poco, nei primi anni 50 la Campagnolo irruppe sul mercato con l'efficentissimo GranSport (e dal 1953 con lo Sport, tagliando la strada sia in campo turistico sia in quello agonistico)... il ciclismo moderno era alle porte, le soluzioni ritardatarie e spesso osbolete della Nieddu la misero in crisi, che chiuderà da lì a poco. 


4 commenti:

Edo Papa ha detto...

Emozionante rinvenimento! Per il marchio glorioso, per l'inventore ingegnoso. Scusate l'ignoranza, ma la leva rugginosa è lo sgancio veloce?

Edo Papa ha detto...

Emozionante rinvenimento! Per il marchio glorioso, per l'inventore ingegnoso. Scusate l'ignoranza, ma la leva rugginosa è lo sgancio veloce?

Massy ha detto...

Grazie per le preziose informazioni.
BrAvOmErLo

Simone Cerulli ha detto...

Ciao a tutti, per caso qualcuno saprebbe come montare il cavetto sul cambio Giuseppina? Grazie