martedì 31 maggio 2011

F.B. Mondial anni 40/50

La FB Mondial nasce a Bologna prima della guerra per la produzioni di motocarri, nel 1948 inizia la produzione di motociclette di piccola cilindrata. Iniziò la gloriosa avventura nel motomondiale, arrivando ad annoverare ben 10 vittorie già nel 1957 quandò si ritirò dalle competizioni. Negli anni 70 riprese l'attività agonistica con esaltanti risultati, fino alla cessazione della produzione industriale dovuta a risultati di vendita deludenti.
La storia recente non è per nulla rosea, il marchio rivede la luce sotto il nome di Mondial Moto Spa, ma già nel 2004 chiude, dichiarando fallimento. Nel 2005 il pacchetto industriale della Mondial Moto finisce in mano al gruppo V Due.
Questa era un breve riassunto della storia nota della FB Mondial, in attesa di scoprire le sorti di questo glorioso marchio italiano, Giovanni ci invia le foto di una bici sportiva che reca le decal di questo celebre marchio motociclistico.
La bici è una sportiva di ottima qualità e fattura, dotata di forcellino per cambio Simplex, questo farebbe datare la bicicletta a cavallo tra la fine degli anni 40 ed i '50.
Non vi sono documenti che attesterebbero la fantomatica produzione di velocipedi da parte della bolognese FB Mondial, queste decalcomanie sono frutto di una personalizzazione del tempo o si tratta di una pagina sconosciuta della produzione di questo celebre marchio italiano ?


7 commenti:

Gianluca ha detto...

In effetti esistevano (ed esistono tutt'ora) bici con marchio Mondial http://www.subito.it/biciclette/bici-mondial-bergamo-18573356.htm
Ma la FB Mondial non sembra avereb prodotto bici
http://www.storiadimilano.it/citta/motociclette/moto.htm

P.De Sade ha detto...

@Gianluca.

Le bici Mondial sono un'altra cosa.. mi pare che sia stato uno dei marchi più venduti sul mercato del sud italia.
Anche a me sembra molto strano che abbia mai prodotto bici, per riguardo alla lista di marchi non credo che sia molto dettagliata, infatti la Sertum ha prodotto biciclette per un breve periodo eppure non viene citato questo trascorso industriale.

Anonimo ha detto...

da qualche mese ho portato a casa Una bicicletta mondial proprio quella della foto ad eccezzione del colore, la mia è originale e conservata ed il colore è quel verdino Della Bianchi, molto bella ma purtroppo consumata dal tempo.
mi sono subito accorto che era una bici da "Corsa" perchè monta freni Universal, cambio Campagnolo..
diciamo che se avesse manubrio basso e sella in pelle, Viene proprio un bel mezzo.
volevo poi sapere se sapevate qualcosa di bici Francesi dato che ho una Learco Guerra Acquistata in francia negli anni 50, è totalmente restaurata.
mentre ho un'altra bicicletta da "operaio" almeno 30 cm più lunga di una bicicletta anni 50
Fatemi Sapere Qualcosa A Presto
Michele.

P.DeSade ha detto...

Credo che la tua bici sia una Mondial, marca molto piu comune originaria del meridione, era uno dei marchi popolari più venduti. un pò come è stata la Doniselli per il nord italia.

In merito alla Learco Guerra, non è una bici francese, ma italianissima... Guerra era un famoso corridore degli anni 30, a fine carriera come molti colleghi ha aperto la sua fabbrichetta di bici con sede vicino a Mantova.

Anonimo ha detto...

Ciao,
la bici marcata MONDIAL in questione

NON HA ASSOLUTAMENTE NULLA A CHE VEDERE

con la ditta Fratelli Boselli Mondial FB MONDIAL famosa per le moto e pluricampione del mondo.

Ci sono addirittura DUE marche di bici MONDIAL,

una aveva sede a MILANO

e l'altra è tutt'ora in attività a Rossano Veneto e si fregia di essere stata fondata nel 1936.

I due marchi esistenti di bici MONDIAL

sono caratterizzati principalmente da : quello di MILANO ha due ali al di sopra di un globo terrestre,

mentre quello di ROSSANO VENETO ha un cavallino rampante al di sotto di una corona.

Inoltre esisteva la ditta MONDIAL

che produceva componenti per bici, come fanali, dinamo, freni, ecc.

che sicuramente faceva capo ad una delle due ditte omonime.

C'è da aggiungere, che molte persone, scovando vecchie bici senza identità certe, come vecchi adesivi o marchi rivettati,

pensano di avere trovato una MONDIAL solo perchè vedono questo marchio su certi particolari,

ma come si può capire non sempre una rondine fa primavera.

Anonimo ha detto...

Sarebbe interessante vedere il marchio Mondial

presente sul cannotto del telaio della bici in foto.

Quello applicato sul carter catena, è palesemente stato applicato postumo,

in concomitanza di un probabile rinnovo parziale della bici, fatto in passato,

in occasione del quale,

è anche stato riverniciato? sostituito? il carter catena.

Ciao

Anonimo ha detto...

Confermo

che la ditta CICLI MONDIAL -MILANO

era direttamente collegata con la ditta Mondial

produttrice di fari, fanalini, dinamo, levew, campanelli, ecc.