giovedì 18 dicembre 2008

Radialmente odiosi

Nel restauro di una bicicletta d'epoca, nulla è più odioso e noioso, che lavorare sulle ruote.
Se la raggiatura regge basta un restauro conservativo senza smontare la ruota, ma la fatica è notevole... bisogna destreggiarsi tra i nipples facendo lo slalom tra i raggi arrigguniti, scorticandosi per bene le mani! 
Ma quando la raggiatura và rifatta? 
Un weekend mi sono messo a studiare l'intreccio vorticoso della raggiatura e con una tecnica tanto arzigogolata quanto improvvisata... ce l'ho fatta!
Finchè non ho scoperto l'esistenza della centratura... i raggi erano tutti storti. "Poco male - pensai- li porto da un ciclista e mi faccio fare la ruota" ....NADA... nessuno è più capace a fare le raggiature... complici i nostri tempi, tempi in cui costa meno una ruota già assemblata a Taiwan piuttosto che perdere ore a noiose sessioni di raggiatura che al cliente costerebbero spropositi.
Ma le considerazioni socio-economiche non mi interessano... devo assemblare una ruota! Si sparge la voce e trovo un settantenne di un paesino alle pendici dell'appennino locale che grazie a dio è capace a raggiare, in mezzagiornata le ruote erano pronte e centrate!
Memore di questa mini odissea ho deciso di salvagaurdare il più possibile le ruote, così da evitare di disturbare ancora il mastro raggiatore.

(Aggiunta: Poco dopo ho conosciuto l'amico Claudio che mi ha insegnato a raggiare le ruote. L'imbastitura, con un minimo di pratica, risulta un lavoro facile, la centratura è un pò piu complessa, ma con pazienza e un buon truschino -ovvero il centraruote- i risultati arrivano prima o poi!)

5 commenti:

Zinferlo ha detto...

Trovare un buon meccanico di vecchio stampo è essenziale per questi lavori, altrimenti bisognerebbe imparare a montare le ruote da soli...

Paolo De Sade ha detto...

Travare un buon meccanico vecchio stampo è impossibile di 'sti tempi ! pensa te che quasi tutti i meccanici mi dicono di mandarle in fabbrica...

mayno ha detto...

Suvvia che non è poi così difficile montarsi le ruote alla vecchia maniera.. le prime ti fanno impazzire per giorni interi, poi con pazienza si rivela un lavoro molto piacevole.. ;-) L'importante è preparare con cura gli ingredienti, partire con metodo ad intrecciare i raggi e rilassarsi prima di mettere la ruota sul centraruote..

Paolo De Sade ha detto...

Si Marco hai ragione.. presoci la mano non è difficile... imparata la tecnica dell'intreccio si fa presto a rimontare i cerchio... però centrare la ruota senza il centraruota e soprattutto senza la manualità e l'occhio di chi lo fa da decenni non è la stessa cosa ! meglio lasciar fare ai vecchi "artigiani" della bici...
;-)

mayno ha detto...

Un decennio incomincia da qualche parte.. sennò come si fa quando non ci saranno più i vecchi artigiani?