giovedì 8 novembre 2012

Bianchi D2 Bis 1910

Dal buon Renato arrivano le foto della sua Bianchi modello D2 Bis, un restauro impegnativo che è durato parecchio tempo e molte energie per ultimarlo alla perfezione. Il restauro totale fù necessario in quanto la bici aveva subìto una verniciatura maldestra in passato, ma la precisione con cui questo è stato svolto toglie ogni rammarico per la mancata conservazione. Tutto per fortuna era presente sulla bicicletta e ogni parte, dunque è originale, solo i cerchi sono stati sostituiti. Nuovi dell'epoca invece sono la sella Brooks B10, la catena e ruota libera Coventry, i raggi Stella da 1,8 verniciati, i tacchetti dei freni Pirelli e le gomme Olmo. 
Le parti bianche sono state trattate con una fine nickelatura per evitare di compromettere le marcature Bianchi che al tempo erano decisamente meno profonde e in fase di cromatura o nickelatura c'è sempre il rischio di perderle.
Il telaio è numerato A4366, la guarnitura reca la dicitura NC1 9 - NC1 0, mentre tutto il resto della componentistica riporta il numero 9.













42 commenti:

Anonimo ha detto...

Complimenti Renato, sei sempre il migliore.
Guarda che le 3 pere di sabato le ho già digerite.....
f.juve

Anonimo ha detto...

dai riberios adesso non commentare chiedendo il numero di telaio ... ce l'hai gia scritto nell articolo !!

Anonimo ha detto...

wooow !! complimenti a Renato !! bellissima ...

Carlo A.

Anonimo ha detto...

Dimenticavo di dirti che quando vuoi possiamo fare un cambio!?
Gloria

Anonimo ha detto...

la bici è bellissima il telaio ha dei particolari diversi dalle altre d2 bis ma è normale visto che è un telaio con sigla A davanti al numero, secondo me la bici è del 1912.
Complimenti è uno spettacolo, poi noi ci siamo gia sentiti a suo tempo discutendo sulle varie cose, grazie di tutto Renato sei una persona speciale.

riberios

Anonimo ha detto...

Cmq sia oggi mi sono fatto 15km all'andata con una Colnago Master Olimpic e al ritorno con la vecchia Sig.ra e nonostante i suoi 100anni e' silenziosissima e si riesce anche ad andare senza mani.Equilibrio perfetto.Ringrazio chi ha voluto esprimere il suo parere.Renato

Anonimo ha detto...

Renato permettimi di trovare una cosa che stona sulla tua bici.
Il filo del freno basso è brutto se tu osservi bene la staffa dove c'è ancorata la molla di ritorno del freno, ti accorgi che la parte che guarda il parafango è svasata come tutte le d2 Bis, in quella svasatura ci va una pallina che ferma il filo, poi si taglia a filo il filo e tutto è ok.
Naturalmente la mia osservazione è banale ma se la osservi bene è brutto vedere sto filo lungo con l'adesivo nero in fondo. Hai curato questa bici nei minimi dettagli e allora dai...

riberios

Anonimo ha detto...

Dimenticavo Renato, i due dadi del freno basso quello prima della staffa reggi molla e quello dopo non sono così, sono dadi speciali che non si trovano facilmente.
Ecco ora dopo queste due cazzate che ti ho trovato puoi vendermi la bici.....ciao a presto

riberios

Anonimo ha detto...

Sara'fatto riferito alle piccole modifiche.Renato

Anonimo ha detto...

Ti ho mandato via e-mail la forma dei bulloni di cui sopra, ciao e grazie

riberios

Anonimo ha detto...

Ciao REnato.Mi chiamo Giulio non ci conosciamo.
Posso chiederti dove fai nichelare i pezzi?sono meravigliosi

Anonimo ha detto...

Rispondendo a Giulio,colgo anche l'occasione per ringraziare l'amico Maurizio per la sua preziosa collaborazione.Vai su Bellavistavintage e contattalo direttamente.Renato

giuliano ha detto...

scusate l'ignoranza ma la testa di forcella cosi' su che catalogo e'?

medusa ha detto...

salve.la bici come periodo di costruzione è oltre il 1915 e rientra in un periodo che và dal 1915 al 1920. saluto

Anonimo ha detto...

per giuliano

Nei cataloghi, appare disegnata così, in tutti i modelli del 23 tranne naturalmente la R.

riberios

giuliano ha detto...

quindi se ho capito bene la forcella e successiva al resto della bici?

Stefano 89 ha detto...

Sono onorato di aver collaborato al restauro...!

Anonimo ha detto...

Spiegatemi allora come mai il fusto della forcella e marcato 11.Renato

Anonimo ha detto...

La forcella è sua tutta la vita, non vedete che ha addirittura i foderi chiusi..?!
le S e Sbis sono aperte non chiuse..
Livio da Cento

Anonimo ha detto...

ah Renato i complimenti te li faccio anche quà anche se ci siam già sentiti per telefono..
saluti
Livio da Cento

Anonimo ha detto...

Meno male che qualcuno guarda bene tutte le foto prima di dire c...te.Renato

Anonimo ha detto...

Non creiamo confusione, giuliano ha chiesto quando comparivano sui cataloghi e ha avuto una risposta. Poi sappiamo benissimo che tali forcelle erano usate anche in anni prima gia dal 1912 con diversità di particolari nei foderi sotto.
Come scritto sopra questa ha la A davanti al numero di telaio e queste bici hanno caratteristiche e particolari diversi, uno di questi è la forma del fodero.
La bici va benissimo così è giusta.

riberios

Anonimo ha detto...

bravo riberios, sei davvero il dottore delle bianchi ....
ma dove vai ?! ahahah dai tira fuori le tue di bici !!
;)

giuliano ha detto...

la mia era una semplice considerazione da inesperto.non ho messo in dubbio l'originalita.
scusate per il disturbo

Anonimo ha detto...

Giuliano niente disturbo, chiedi sempre quello che vuoi sapere, non c'è problema anzi ben vengano.

riberios

giuliano ha detto...

le scuse erano per renato,per le ca..te che avrei detto

Anonimo ha detto...

Il mio riferimento non era al commento di Giuliano,ma bensi' ai due precedenti.Mi scuso io con Giuliano.Renato

Anonimo ha detto...

"Poi sappiamo benissimo che tali forcelle erano usate anche in anni prima gia dal 1912 con diversità di particolari nei foderi sotto.
Come scritto sopra questa ha la A davanti al numero di telaio e queste bici hanno caratteristiche e particolari diversi, uno di questi è la forma del fodero"

Ma scusa Caro Riberios,addirittura "sai benissimo"?!
Quante bianchi di questo genere ti sono passate tra le mani?quante ne hai davvero smontate?
Parli come uno che ha navigato, quando..se non fosse per tutte le foto e informazioni scroccate a TUTTI(come il peggiore dei vù cumprà grazie alla scusa del Registro Storico)non avresti una parola da scrivere.
Parli sempre con la bocca di altri,
il fatto che uno ti racconti come sia stato partecipare alle olimpiadi, non significa che anche tu sia stato un'olimpionico!
Per cui i tuoi "sò benissimo" magari tienili per te,perchè si sà....tu di benissimo sai solo rompere le scatole,e il fatto che sei "in giro" da pochissimo tempo e hai già tutti questi "nemici",la dice lunga sul tuo modo di fare.
Un'altra cosa,la scusa che usi per elemosinare informazioni,(cioè quella del Registro Storico)ormai è vecchia,tutte le persone che ti hanno aiutato erano convinte che avresti poi reso pubblico il tutto, a beneficio di tutti gli appassionati e per aver loro stessi un riscontro con altre bici sparse in tutta italia.
Invece rimani sempre e solo TU il depositario delle informazioni,delle quali peraltro, fai vanto sui vari Blog come fosse farina del tuo sacco.
Diciamo che ci hai stancato.

Anonimo ha detto...

Caro anonimo emiliano

io con gente vigliacca e senza palle non spreco neppure il fiato, se hai bisogno la mia e-mail la conosci e anche forse il cellulare e forse sai anche che aspetto ho.
Buona giornata

riberios

Anonimo ha detto...

Riberios,si sono io,mi hai proprio centrato in pieno.
Il tuo numero ce l'ho per forza e tu hai il mio,ti prego chiamami e mi raccomando parti in quarta.

Anonimo ha detto...

Di chi sei

riberios

Anonimo ha detto...

Riberios,io non ti conosco, ma per sentito dire so che aspetto hai.......quello dello scemo!!!

Anonimo ha detto...

""tutte le persone che ti hanno aiutato erano convinte che avresti poi reso pubblico il tutto, a beneficio di tutti gli appassionati e per aver loro stessi un riscontro con altre bici sparse in tutta italia. """

Che delusione, una persona che stimavo,che consideravo amico, il mio primo insegnante, mi parla anonimo, non è stato bello, potevi parlarmi diretto alla goretex preferivo.

TROVAMI una sola persona che mi abbia dato un numero di telaio di una bici e che non sia pubblicata nel registro attuale, TROVALA invece di scrivere per il gusto di farlo.

Se non è pubblicata è perchè molte persone non danno il consenso e forse tu hai gia capito cosa intendo.....o sbaglio.

TROVAMI una sola persona a cui io non abbia spiegato che anno puo essere la sua bici, che modello potrebbe essere.

In due anni ho girato i migliori collezionisti, i migliori musei, ho visto e studiato una marea di bici, le ho smontate e capite e tanta gente mi porta a casa la bici per passare un paio d' ore per capire insieme le cose, per discutere con passione.
Non sono bravo per niente, sto solo divertendomi e capire e se dico delle cose che non vanno nei commenti di una bici, smentiscimi invece di perdere tempo in anonimi messaggi, se non ti vanno i commenti se li trovi inesatti discutiamone e parliamone insieme, questo è crescere.

Non continuerò piu questo post come al solito rovinato.

riberios

P.DeSade ha detto...

Evitiamo discussioni sterili nei commenti. Se volete picchiarvi fatelo in privato... tanto vi conoscete e sapete dove abitate.

Anonimo ha detto...

Concordo con Paolo,non mi sembra il luogo ideale per lanciare offese gratuite,le opinioni personali lasciamole da parte.
Io ho avuto contatti con riberios e non sono affatto daccordo con chi critica...anzi mi sono stati dati preziosi consigli.
Maurizio

Goretex972 ha detto...

Oggi a Novegro diverse persone puntavano il dito verso di me riferendosi al commento anonimo....
Volevo informare tutti che se devo dire (come ho già fatto altre volte) qualcosa a qualcuno non ho nssun problema ad espormi, firmandomi!!

P.S.
Renato oggi mi ha detto che è stato contento e soddisfatto del preziosissimo contributo che Stefano89 ha dato...cioè nell'applicazione delle decals , per di piu una un po' storta!!

Dimel Gnack!! :-)

Stefano 89 ha detto...

Ahahah! Ma valà! :-)

Anonimo ha detto...

per Renato

Per fortuna i bulloni del freno basso il tuo meccanico li ha tenuti, ora si che la bici è completa, mi fa piacere esserti stato d'aiuto, ciao a presto.

riberios

Anonimo ha detto...

Meno male che c'e' Riberios.Grazie Renato

Giorgio Eva ha detto...

bella bicicletta...
meno belli i commenti :-(

Saluti Giorgio

max67 ha detto...

ragazzi io fossi in voi farei i complimenti a renato x il mezzo in suo possesso che e' veramente notevole. poi si puo' divagare sul fodero chiuso o sul dado del freno basso ma noi nel gli anni 10/12 c'eravamo? io ho un catalogo originale del 1913 e sfido chiunque a ricavare certezze relative a particolari dei modelli rappresentati. una domanda a riberios che si giudica esperto nonche' molto bravo: mi spieghi il significato di quel numero 9 che si riscontra in molte parti di questo modello? saluti a tutti.

Anonimo ha detto...

Io non mi sono mai giudicato un esperto ma un appassionato, gli esperti sono bel altre persone.
Se vai sul sito di Diego Donati telaiodiamante trovi una bella spiegazione sulle varie marcature, e se lo dice lui, puoi stare tranquillo e uno dei massimi esperti e conoscitore di bici d'epoca.

riberios