lunedì 11 maggio 2009

La bacchettata 2009

10 maggio 2009, ore 8:45, il meteo promette una giornata soleggiata, dopo settimane di tempo avverso, è tutto pronto per la partenza: vivande, vinello, fidanzata e bacchette sul portabici... tempo pochi chilometri un rumore sordo mi fa capire in un secondo che, anche questa domenica, la fortuna non mi aiuta... scendo dalla macchina e... il portabici mi ha abbandonato, rotto, sotto il peso di vetusta ferraglia!
Torno alla base e scarico le due biciclette, e di corsa alla volta di Bra, dove il buon Andrea ci omaggerà con una delle sue Dei... ci salva la Bacchettata!

Con largo ritardo, giungiamo nelle Langhe, i nostri compagni di ventura ci attendono ed invocano una prato dove poter pranzare, si inforcano le bacchette è giù per i campi. Tra cascine e distese di pioppi grondanti di polline a fiocchi si arriva in un campo adatto, lo raggiungiamo di soppiatto per evitare gli sguardi di contadini ostili.
Tra discussioni di ogni genere, qua e là si trova il tempo di parlar di bici e bacchette, tediando non poco le nostre consorti. La giornata prosegue con un pellegrinaggio nei magazzini di Andrea, come santuari delle due-ruote traboccano di bici e moto di epoche passate, rimaniamo estasiati, già sazi per il gran pranzetto rustico, le centinaia di bacchette ci fanno fare il pieno.. il tempo non basta, scorre inesorabile, son talmente tante che facciamo indigestione! La bella compagnia ci trasporta in conversazioni fino a sera, quando fuori è quasi buio dobbiamo correre a casa, ci saremmo stati ancora altre ore... ci salutiamo sicuri di rivederci molto presto! La bacchetta ha pure il pregio di farti conoscere persone stupende! alla prossima ragazzi...

4 commenti:

romHero ha detto...

Colgo qui l'occasione per ringraziare il buon Paolo e consorte per l'ottima compagnia e la bella giornata trascorsa insieme agli altri compagni di ventura, auspicando al più presto un nuovo bel giro...
e rinnovo l'invito a chi non è venuto a prenotarsi per la prossima edizione , sempre ricca di grasso, bacchette e...buon vino!

Zinferlo ha detto...

Mi è dispiaciuto infinitamente non riuscire ad esserci, dopo numerosi rinvii causa tempo.
Purtoppo sono capitato in mezzo a grossi lavori a casa che mi stanno impegnando i fine settimana.
Comunque ieri tra martello e scalpello, mattonelle, calcinacci e tubi di ferro vi ho pensato spesso!
Mi fa piacere che vi siate divertiti e sia andato tutto bene, a parte la piccola sventura di Paolo col portabici.
Spero in una opportunità nuova nel futuro!

Linda ha detto...

Non si può che confermare quel che è stato detto dall'autore del post.
Bellissima giornata, ottima compagnia!!

Io invece colgo l'occasione per assicurare che,la prossima volta che verrete a trovarci nella nostra piccola magione,la troverete decisamente più pulita e linda ;)

A presto

Paolo De Sade ha detto...

@Linda

Vabbè la polvere qua e là si addice ad un ambiente museale com'è il vostro salotto ! tra bici appese, motorette e bottiglie di Barolo anni 30 un pò di polvere ci stà.... ;-)